AMD Radeon R9

AMD ha presentato da poco la sua nuova famiglia di schede grafiche (R7 240,R7 250, R7 260X, R9 270X, R9 280X, R9 290 e R9 290X) ed ha scelto di mantenere inalterata la dicitura Radeon (nonostante Radeon era un nome legato al vecchio marchio Ati) per ragioni probabilmente di marketing. Purtroppo, ad un'analisi leggermente più attenta balza subito all'occhio che la maggior parte delle soluzioni grafiche della nuova famiglia Radeon R non fa altro che riciclare vecchi chip della serie Radeon 7000, opportunamente rivisti e perfezionati: ad esempio la R9 270X usa di fatto lo stesso chip Pitcairn (20 compute unit per un totale di 1280 shader) e osservando le altre schede video il discorso è per lo più equivalente. In realtà non è un'abitudine nuova dei produttori di schede video quello di riciclare alcune soluzioni grafiche in nuove linee di prodotti, ma non ci aspettavamo che questo avvenisse proprio in concomitanza di un cambio di nomenclatura ( che avrebbe dovuto essere naturalmente collegata a novità importanti) , soprattuto in questo momento di mercato che sembra esigere miglioramenti sostanziali, per distanziarsi dal mondo delle console in procinto di sfornare la next generation. Intendiamoci, una soluzione R9 290X è molto più avanzata di quella integrata nella console PS4 dal punto di vista grafico, ma costa più del doppio, costituisce solo la soluzione video (mentre la PS4 è un sistema di gioco completo..) e soprattutto non si avvantaggia delle ottimizzazioni dei giochi si cui possono beneficiare le console. E comunque ,per intenderci, la situazione in questo caso appare quasi malsana in quanto si è costretti ad acquistare le 2 top di gamma (R9290 ed R9290X) per avere miglioramento rispetto alla generazione precedente visto che la R9280X ha praticamente la stessa GPU della Radeon HD 7970 GHZ edition ma è addirittura meno prestante (!!!) visto che quest'ultima arriva a 1.05 GHZ mentre la R9 in questione si ferma a 1 GHZ... NO COMMMENT
Nonostante queste indubbie premesse cercheremo di capire cosa vi è di buono nella nuova gamma R di AMD

Radeon R: Tecnologia True Audio
Esclusiva, purtroppo, delle Radeon R7 260X, R9290 ed R9 290X, la tecnologia True Audio, che promette di gestire i calcoli (complessissimi in caso di HFRT) necessari al posizionamento sonoro in modo dedicato, senza impattare sul processore: AMD infatti sostiene che il consumo di risorse medio del processamento audio sul processore principale è pari al 10%, ed in questo caso, grazie alla tecnologia True Audio, e soprattutto ai core DSP Tensilica HiFi EP (adibiti ai calcoli specifici necessari), tale potenza di calcolo sarà liberata totalmente ed processore sarà libero di fare altro. La nostra opinione è che l'interesse principale di questa tecnoclogia audio, ora inserita nelle schede video, non sarà catalizzato tanto dai produttori di giochi ( in fondo il processore è sfruttato molto di meno della sezione grafica nei giochi di ultima generazione , visto che ormai abbiamo anche processori dedicati al calcolo della fisica..) ma soprattutto i produttori di sistemi musicali e di DAW (tipo Cubase per intenderci) che ora potranno sperimentare nuove possibilità di gestione delle risorse, demandando il calcolo di algoritmi più complessi (pensiamo al riverbero convuzionale) a dsp specifici (cosa che già avviene in scede audio dedicate come le UAD). In realtà anche il mondo dei videogiochi potrebbe beneficiare dell'implementazione di dsp specifici per l'audio, ma allo stato attuale dubitiamo che le software house siano disposte a spendere ulteriori risorse per l'implementazione di ulteriori funzionalità audio : se poi aggiungiamo che la tecnologia in questione è disponibile solo su tre delle schede della linea R9 allora siamo praticamente certi che i chip saranno sfruttati solo in modo passivo e che la tecnologia Tre Audio non sarà supportata in modo dedicato, per lo meno per ora.

Radeon R: Tecnologia Display

La forza delle Radeon (rispetto alle soluzione grafiche Nvidia) è stata sempre nella gestione degli schermi e della visualizzazione multi-screen (ricordiamo la presentazione del 2009 di Eyefinity, che supportava da 3 a 6 uscite video indipendenti). Tale capacità di gestione dei display è stata messa in discussione in parte da Nvidia che, supportanto la tecnologia DisplayID ha di fatto consentito in modo automatico una perfetta gestione del video surround tramite più schermi. Ora le Radeon R consentono di gestire 3 schermi senza la necessità di collegarne uno tramite display port ma utilizzando solo HDMI.

Radeon R: prestazioni
Dedicheremo un'articolo apposito con test di laboratorio approfonditi non appena tutta la linea sarà disponibile (quindi il gap sarà colmato da R9 290 ed R9 290X) ma nel frattempo chiariamo subito che le schede sono uguali se non inferiori( 290 e 290x a parte9 alle soluzioni precedenti corrispettive, a fronte però di un prezzo molto piu scontato.

Radeon R: prezzi competitivi
Diciamo subito che la scheda che ci ha colpito di più come rapporto prezzo prestazioni è la R) 280X che con 300 dollari consente di avere una CPU Taiti (ex top di gamma9 e di giocare ad altissima risoluzione( ma non 4k9 con tuti gli effetti attivi e senza sacrificare alcun dettaglio. meno convincente l'offerta AMD sulla fascia bassa, dove NVDia riesce ancora a vincere sulle rpestazioni pure a parità di spesa : ad esempio la R7 260X se la deve vedere con la GeForce GTX 650 Ti Boost 2GB oggi scontata a 150 dollari... E' vero dispone in più della tecnologia True Audio, ma non crediamo sia sufficiente per scalzare la concorrenza.
In tutto questo Nvidia deve ancora presentare la sua nuova linea... (anche se non sembra sarà una cosa che avverrà in tempi brevi)

 

Apple: novità con Ipad Air, Ipad Mini Retina, e Mavericks

La tanto attesa presentazione Apple 2013 fatta da Tim Cook, che ha avuto luogo ieri a Londra non ha tradito le aspettative di tutti gli addetti ai lavori e i fans della della mela. Le novità Apple sono state molteplici e hanno visto coinvolti quasi tutti i prodotti della mela (escluso ipod e iphone) tra cui una in particolare che rischia di mettere in difficoltà la stessa Microsoft. Apple ha infatti deciso di rompere la tradizione di Cupertino, offrendo OS X Mavericks, il nuovo sistema operativo Apple gratis per tutti gli utenti Mac. Aspettiamo nei prossimi mesi quali saranno le mosse di Microsoft in questo ambito (ricordiamo che Windows 8.1 è stato proposto gratis solo agli utenti di Windows 8) .
In breve le novità principali presentate sono state le seguenti:

 

iPad Air:
Il nuovo iPad non si chiamerà iPad5, ma iPad Air per rimarcare ancora di più il sottilissimo spessore del tablet che è ora di 7,5 mm con un peso di solo 450 grammi. Durante la presentazione il designer Jonny Ive ha detto "E' il più sottile, il più leggero e il più potente iPad costruito finora”. La cornice intorno al display è stata ridotta di circa il 46% dandogli una forma più slanciata e piacevole.
Le caratteristiche dell'iPAD Air sono:
-Processore ipad air: Chip A7 con architettura a 64 bit. Le applicazioni una volta lanciate si aprono istantaneamente e i giochi hanno una fluidità mai vista in un tablet. Il processore supporta l’ OpenGL ES versione 3.0 per una grafica ed effetti ottenibili solo nei più potenti computer fissi.
-Coprocessore ipad air: M7 serve per gestire i dati forniti in tempo reale dall’ accelerometro, il giroscopio e la bussola in modo da rispondere immediatamente alle applicazioni che le utilizzano.
-Display: display da 9,7 pollici retina con risoluzione 2048x1536 con oltre 3.1 milioni di pixel, con una qualità e una nitidezza delle immagini mai viste!
-Wi-Fi: migliorato e ultraveloce con due antenne e tecnologia MIMO. E’ circa 2 volte più veloce rispetto al modello precedente.
-Videocamera: monta una FaceTime HD con sensori BSI per immagini eccellenti in condizioni di scarsa illuminazione.
-Fotocamera: iSight da 5 megapixel
-Batteria: durata potenziata che adesso arriva sino a circa 10 ore grazie alla migliorata efficienza del processore A7.

 

iPad mini:
Finalmente anche l' Ipad mini retina da 7,9 pollici 2048x1536 in arrivo entro fine novembre costerà 389 euro nella versione con memoria interna da 16 GB e disponibile in argento o grigio. Il processore è sempre un A7 e anche le caratteristiche tecniche sono molto simili al fratello maggiore iPad Air.

 

Mac Pro:
Il Mac pro sarà una super macchina professionale pensata per chi sfrutta veramente un computer in modo massivo,soprattutto per applicazini video ed audio.. Il prezzo infatti parte da 3.049 euro e sarà disponibile da dicembre. Il modello da 15 pollici ha uno schermo retina da circa 5 milioni di pixel (2880x1800). I processori saranno degli Intel Hanswell Core i5 o i7 dual-core con tecnologi Hyper-Threading che aumenta le prestazioni: velocità che arrivano a 2,8 GHz fino a 4MB di cache L3 condivisa e Turbo Boost che arriva a 3,3 GHz. Alcuni modelli montano poi una scheda video NVIDIA GeForce GT 750M con 2 GB di memoria video dedicata GDDR5 anche se già la soluzione di base integrata intel, chiamata Iris, sembra capace di buone performance. L’ archiviazione sarà solamente in modalità flash con capacità che arrivano sino a 1 TB di spazio.Ma la vera novità è per il modello retna da 13 pollici base che ora costa poco più di 1300 euro!!

 

OS X Mavericks
è il nuovo sistema operativo Apple disponibile da subito e gratuito per tutti quelli che vogliono aggiornare i loro Mac. Esso è scaricabile direttamente dal Mac App Store . Il sistema è sempre basato su UNIX e presenta diverse nuove funzionalità per utilizzare al meglio l’ hardware dei Mac. E’ presente il Timer Coalescing e App Nap per risparmiare la batteria, ed è ottimizzato per i display retina dei MacBook Pro. Sono presenti diverse funzioni per incrementare la sicurezza dei dati contenuti nel computer come Gatekeeper o FileVault che cripta i dati per essere leggibili solo dal suo proprietario., Se il Mac viene rubato o perso tramite una funzione è possibile ritrovarlo su una mappa e impostare un codice di blocco. Mavericks è perfettamente compatibile con Windows ed è possibile trasferire file, foto e video tramite un assistente Migrazione. Puoi anche leggere e utilizzare tutti i formati Jpg, MP3, world, Excel e PowerPoint.

© Copyright 2019 Verogeek.com Piva 01460210113. E' vietata qualsiasi duplicazione e plagio del sito. Privacy Policy | Cookie Policy