Cos’è un ripetitore Wi-Fi e perché è utile averne uno

Cos’è un ripetitore Wi-Fi? A primo impatto sembra che il nome la dica lunga, in realtà il suo utilizzo è molto più efficace di quanto in apparenza potrebbe sembrare.

Il ripetitore Wi-Fi è un dispositivo che permette di estendere la copertura di connessione Internet tramite la modalità wireless. La finalità è quella di migliorare il segnale wi-fi in tutte quelle zone in cui la connessione è lenta o quasi assente.

Averne uno in casa o in ufficio è fondamentale perché permette di estendere il segnale e navigare in Internet a tutta velocità.

Le sue dimensioni sono piuttosto contenute, non si rivela ingombrante, basta una presa di corrente per poterlo alimentare.

La configurazione poi, è molto semplice e veloce. Si tratta dunque, di uno strumento alla portata di tutti, non richiede delle specifiche competenze in materia.

Ma la domanda in questo caso è: come scegliere quello che può fare al proprio caso?

Vediamo quali sono i fattori da considerare affinché si faccia un buon acquisto per non cadere in errore.

Acquistare un ripetitore Wi-Fi: i fattori da considerare

 

Quando si è alla ricerca del suddetto dispositivo è fondamentale tenere in considerazione due aspetti, ovvero:

  • Banda di frequenza corrispondente;
  • Indicatore della potenza del segnale.

Per non sbagliare è consigliabile focalizzare l’attenzione su un ripetitore che supporti sia la banda di frequenza a 2,4 GHz che a 5 GHz.

Se nei dintorni della propria abitazione non è presente un gran numero di reti, in tal caso il ripetitore Wi-Fi 2,4 GHz può andare bene perché non ci sono interferenze, se invece l’abitazione è ubicata in grandi centri urbani o si abita all’interno di un condominio, è chiaro che ci saranno diversi router e modem, per cui in questo caso è consigliabile rivolgere l’attenzione su un dispositivo dual band che operi sia sui 2,4 GHz che sui 5 GHz.

Come si installa correttamente un ripetitore Wi-Fi?

Come è stato accennato in precedenza, la sua installazione è molto facile da eseguire. Per chi dovesse incontrare delle difficoltà, basta leggere il libretto di istruzione che si trova all’interno della confezione.

Ad ogni modo quello che occorre fare è collegare il ripetitore in un punto dove possa ricevere la rete Wi-Fi esistente. Collegare l’alimentatore e tramite il computer accedere al dispositivo in questione, inserire i dettagli di accesso nonché la password della rete Wi-Fi esistente, ed ecco che l’installazione sarà eseguita con successo.

Vale la pena acquistare un ripetitore Wi-Fi?

Il Wi-Fi nasconde sempre qualche piccola insidia, a volte basta una minima interferenza ed ecco che la connessione diventa debole o quasi assente.

Utilizzando invece questo valido ed efficace strumento, si possono risolvere almeno due problemi: la potenza del segnale nonché le interferenze.

Grazie all’acquisto di questo dispositivo dunque, si potrà raddoppiare efficacemente l’area di copertura della propria rete, raggiungendo perfino gli angoli più impensabili della casa.

Alla domanda “Vale la pena acquistarne uno?” la risposta è sì, in questo modo non si dovrà più andare da un luogo all’altro della casa per ottenere maggiore segnale.

Pin It

Categorie

L’uomo volante: Flyboard air

L’uomo volante su Flyboard air, è l’impresa compiuta da Franky Zapata questa mattina alle 9.30 con [ ... ]

Leggi di più...
Tails: il sistema operativo live anonimo

Con Tails il sistema operativo live anonimo è possibile salvaguardare la nostra privacy evitando [ ... ]

Leggi di più...
Nascondere il proprio indirizzo di casa su Strava quando si usa il Garmin per Bike

In questo mondo social c'è un pericolo per chi condivide i propri percorsi su Strava se non nasconde [ ... ]

Leggi di più...

© Copyright 2019 Verogeek.com Piva 01460210113. E' vietata qualsiasi duplicazione e plagio del sito. Privacy Policy | Cookie Policy