Google uProxy

Google Ideas in collaborazione con l’ Università di Washington e Brave New Software sta sviluppando Uproxy una particolare rete virtuale simile alle VPN (Virtual private Network) che servirà ad abbattere le censure e i blocchi sulla rete attuati da alcuni Stati a livello mondiale, scavalcando i firewall delle telecom (le società che forniscono la infrastruttura internet) che filtrano i dati di una nazione. Diversi Paesi per censure di natura politica o economica, usano filtrare le reti dati in modo da non rendere accessibili ai propri cittadini particolari siti internet non graditi o scomodi. La Cina, la Birmania, l’ Iran (per motivi politici) oppure alcuni Stati Europei (per ragioni economiche, esempio i siti di scommesse sportive) impediscono ai propri cittadini la navigazione web su alcuni siti internet, ritenendoli illegali. Con uProxy questa censura non sarà più possibile in quanto questa rete virtuale farà in modo di sapere a chiunque da dove ci stiamo connettendo realmente, aggirando i blocchi preventivi. Google uProxy, ancora in fase di sviluppo e di test, sarà un’ estensione (quindi un componente aggiuntivo) dei browser internet, per il momento prevista solo per Chrome e Firefox. UProxy funziona come una VPN e utilizza il proprio computer come un server proxy. Si deve precisare che non offre una navigazione anonima come TOR, e non permette di scaricare dati tramite il P2P in maniera anonima ma deve essere utilizzata solo tramite il browser per la navigazione web. In sostanza uproxy funziona come una rete criptata che condivide la stessa rete con un contatto amico che si è selezionato in precedeza, e si trova fisicamente in un altro Stato. L’ utente che usa uproxy viene visto come si connettesse dallo Stato dell’ amico. Se in Cina, per esempio, viene ristretto l’ uso di alcuni siti d’ informazione astatunitensi, il cinese può agganciarsi alla rete di un suo amico inglese e quindi collegarsi a tutti i siti internet in USA, perché viene riconosciuto dalla rete come un “utente inglese”.Scopo del sistema è di creare una particolare rete virtuale, utilizzabile da tutti e pronta con qualche click di mouse.

Chiamare gratis gli amici con Facebook

Se almeno una volta hai ricevuto una telefonata strana con squillo diverso e foto grande dell'amico/a che sta chiamando, non bisogna spaventarsi, significa che questa persona chiama gratis gli amici con Facebook.

Facebook permette di telefonare gratis attraverso l'app messenger installata su smartphone Android e Iphone.
La telefonata è in Voip e richiede che entrambi "ricevente e chiamante" abbiano l'app messenger di Facebook installata e il telefono collegato ad internet.

Facebook non ha fatto alcun annuncio a riguardo, ma vale la pena farci un articolo poichè la riteniamo importante e funziona decisamente bene!

iGaming e gambling online

 

L’avvento dell’era tecnologica ha cambiato radicalmente usi e costumi della società moderna. Computer portatili, smartphone e tablet hanno invaso la nostra vita quotidiana, divenendo strumenti indispensabili sia dal punto di vista lavorativo, sia dei nostri pochi momenti da dedicare al tempo libero.

Tra i settori dell’ industria tecnologica che maggiormente sono cresciuti negli ultimi anni spicca quello dell’ iGaming, riuscito nella miracolosa impresa di resistere agli effetti negativi indotti dalla crisi recessiva e dallo spending review che ha strozzato l’economia delle nazioni dell’Unione Europea. Il termine inglese iGaming è legato principalmente al gambling online, segmento che ha maggiormente usufruito della diffusione capillare nella popolazione dei dispositivi portatili e del successo globale che i casinò games stanno riscontrando nella Rete. 13 miliardi di euro raccolti nel 2014 solo in Italia, nonostante la continua caduta verso il basso del poker online, è un bilancio che attesta lo stato di salute positivo del gioco d’azzardo online.

Una prova tangibile della sua popolarità è rappresentata dall’App Store che mostra nella top ten dei titoli con il migliore incasso, ben quattro applicazioni prodotte da piattaforme operanti nell’industria del gioco d’azzardo. DoubleDown Casino rimane la più popolare app di social casino e dopo aver visto il successo riscontrato in termini di download dagli store ufficiali e di interazioni su Facebook, possiamo affermare che il social network più popolato al mondo abbia influito direttamente sull’esplosione di queste tipologie di gioco su dispositivi mobile.

Tra gli operatori legalizzati AAMS sta riscontrando un notevole successo l’ultimo update rilasciato dagli ingegneri di William Hill, che hanno perfezionato l’applicazione dell’anno passato. L’app consente agli amanti del genere di giocare al casino dal vivo su William Hill direttamente dal proprio smartphone o tabletpurché sia disponibile una connessione internet. La grafica completamente rinnovata e l’ampliamento delle modalità di gioco disponibili, dalle nuove room dedicate al poker e al blackjack, passando per slot machine e vlt, si è dimostrata una mossa azzeccata per il colosso britannacio. L’app offre inoltre la possibilità di selezionare tra differenti livelli di abilità e un supporto tecnico costante 24/7.

Tra le app in maggiore ascesa troviamo anche Jackpot City. Applicazione creata dagli esperti di Microgaming, offre agli utenti una esperienza di gioco molto interessante, completata da una grafica innovativa e da un sound molto realistico. Nel complesso,questa app offre la possibilità di giocare in undici modalità diverse, come ad esempio il Mega Moolah, una slot machine online progressiva, il blackjack con protagonista l’eroina di TombRaider e la roulette di Dragon Fortune.

Il gambling online ha avuto un anno felice e molti operatori nazionali e internazionali hanno riferito che nel 2015 gran parte delle loro entrate è derivata dagli accessi degli utenti mobile. Le previsioni per il futuro sono rosee e si prevede che entro la fine dell’anno la raccolta complessiva possa superare il tetto dei 13 miliardi di euro del 2014.

Playstation vr

 

Playstation vr è il visore per la realtà virtuale che è stato svelato con un annuncio al Game show di Tokyo 2015 e nello stesso momento confermato tramite un tweet il 15 settembre 2015 dall' account ufficiale Twitter Playstation degli aggiornamenti della famosissima console della Sony.
Il nome della periferica per la realtà virtuale è stato cambiato dall'originario nome Project Morpheus .
Playstation Vr utilizza la Playstation Camera e mediante i micro movimenti della testa del giocatore che la indossa, lo immergerà in un nuovo e entusiasmante mondo virtuale, che è di fatto la nuova generazione dei videogiochi.


Il visore produrrà due immagini:
1) una per il visore utilizzato dal giocatore ;
2) per la televisione dove è collegata la Playstation 4, che è a disposizione di tutti quelli che la stanno vedendo.

Sony non è l'unica azienda che sta sviluppando sistemi per la realtà aumentata, ma anche Facebook con il suo Oculus e Htc con Vive sono dei temibili competitor, ma con la differenza che playstationvr si collegherà esclusivamente alla console Sony.

 

Caratteristiche principali del visore Playstation Vr :

  • Il display del visore Vr è un Oled con una diagonale di 5,7 pollici e risoluzione RGB 1920 x 1080
  • Frequenza massima di aggiornamento dei giochi che utilizzano Playstation Vr è di 120 Hz che si traduce in una fluidità di visione eccezzionale senza nessun sfarfallio.
  • Latenza inferiore a 18 ms

 

Quali giochi per Playstation 4 saranno compatibili con il visore Vr ?

Evidentemente non tutti i giochi saranno compatibili ed utilizzabili con il nuovo componente della playstation in quanto dovranno essere creati apposta per creare un ambiente digitale a 360° che possa sfruttare ed utilizare appieno il visore. Più Sony, leader con Xbox di Microsoft di questo settore, riuscirà a vendere il visore Vr più avrà la convenienza economica a progettare e realizzare i contenuti appropriati a sfruttare appieno questo strumento.

 

Quando arriverà nel mercato italiano PlaystationVr e quale sarà il prezzo?

Il visore Sony è atteso nel mercato nella seconda metà del 2016 e in seguito verrà lanciato in Europa ed di conseguenza in Italia, mercato molto sviluppato per i videogiochi.
Il prezzo di palystation Vr non è stato ancora ufficializzato, ma sicuramente non sarà a buon mercato, almeno inizialmente vista la tecnologia utilizzata. I competitor Oculus e Vive si vocifera possano essere venduti intorno ai 500 euro.

 

Per tutti quelli che non hanno la Plyastation 4, indispensabile per utilizzare il visore per la realtà virtuale, possono comprarla su Amazon sfruttando le varie promozioni e offerte disponibili saltuariamente dal colosso delle vendite online.
Sony almeno in Giappone ha deciso di abbassare i prezi di playstation 4 di circa il 12.5 % rispetto al listino ufficiale e questo taglio sarà effettivo a partire dal 1 ottobbre 2015 e riguarderà anche i mercati europei.
Sony ha annunciato anche l'avvio di Playstation Now un servizio di cloud gaming che mette a disposizione i precedenti giochi anche per Playstation 4 sui server cloud della società dove gli utenti registrati potranno collegarsi.

 

 

 

 

Categorie

Tails: il sistema operativo live anonimo

Con Tails il sistema operativo live anonimo è possibile salvaguardare la nostra privacy evitando [ ... ]

Leggi di più...
Mi MIX 3 5G

Mi MIX 3 5G è il cellulare uscito dalla casa Xiaomi, ed è stato fabbricato e progettato per adattarsi [ ... ]

Leggi di più...
La rete mobile 5G

L’era del 4G sta per finire con il subentro della nuova tecnologia 5G e sarà presentata dall’associazione [ ... ]

Leggi di più...

© Copyright 2019 Verogeek.com Piva 01460210113. E' vietata qualsiasi duplicazione e plagio del sito. Privacy Policy | Cookie Policy